Per chi ha eseguito lavori di ristrutturazione a partire dal 1° gennaio 2016, è stata prorogata la possibilità di beneficiare di una detrazione Irpef pari al 50% dell'importo speso per l'acquisto di mobili o grandi elettrodomestici (almeno di classe A+ o, solo per i forni, classe A).

Questi i punti più interessanti:

  • la detrazione sarà ripartita in 10 anni, e per un importo massimo di 10.000 €;
  • il bonus mobili può essere richiesto anche prima di sostenere le spese relative alla ristrutturazione; è sufficiente che la data di acquisto dei mobili e/o elettrodomestici sia successiva a quella di inzio dei lavori, certificabile con un atto amministrativo o una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;
  • se state ristrutturando diverse unità abitative, il bonus può essere richiesto per ciascuna di esse; quindi i 10.000€ si moltiplicano tante volte quante sono le unità in ristrutturazione;
  • è possibile accedere al bonus anche se si stanno ristrutturando parti comuni di un condominio; il bonus sarà poi ripartito tra i condomini, ognuno per la propria quota di partecipazione al condominio.

Gli interventi devono avere natura straordinaria, e i requisiti sono stati ben elencati nella brochure che l'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione sul proprio sito, e che potete trovare cliccando al seguente link (se non dovesse funzionare, è sufficiente copiarlo sulla barra degli indirizzi del vostro browser):

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Agevolazioni/DetrRistrEdil36/Bonus+Arredi+DetrRistrEdil36/

 

Quindi, quando state ristrutturando casa, e venite in negozio ad acquistare un mobile, ricordatevi di dirlo al nostro arredatore. Il vantaggio è garantito!